Intervista a Naska

  • Perché hai scelto il nome Naska?

Quante volte me la sono sentita fare questa domanda ahaha. Nasca era il soprannome di mio  nonno  chiamato cosi dai suoi amici per via del naso importante che aveva.
Gli amici di mio nonno , chiamavano anche me Nasca perche sapevano che ero suo nipote , quindi con il tempo mi sono affezionato a questo nome e ho deciso di usarlo come nome d’arte.ho tolto la c e aggiunto la k per dargli un tocco più moderno.

  • Cosa pensi del rap?

Il rap è una valvola di sfogo , almeno io lo vedo così. é l’unico modo in cui riesco ad esprimermi . Sono un ragazzo molto chiuso e tendo a tenermi sempre tutto dentro , ma grazie al rap riesco a far uscire tutti i miei pensieri e le mie emozioni.

  • Quali sono stati i tuoi idoli da piccolo e quali sono i tuoi riferimenti tutt’ora?

Da piccolo sono cresciuto con Eminem, è stato il primo CD rap che ho avuto, ma al rap americano fino a poco tempo fa ho sempre preferito quello italiano. Da piccolo i miei idoli erano Salmo , Gemitaiz, Madman e Fabri FIbra… li ascolto tutt’ora anche se adesso sto iniziando ad apprezzare di più il rap americano. Anche la nuova moda della trap non mi dispiace, spesso mi capita di ascoltare anche Sfera , La DPG, Izi e Rkomi.

View this post on Instagram

@calvinklein @vinicioboutique #CKEST1978

A post shared by Naska (@diegonaska) on

  • Hai 20 anni e hai già molte persone che ti seguono, come ti senti? cosa pensi quando sei sul palco all’ apertura dei concerti?

19 anni ahaha, beh ovviamente è una bella sensazione , sapere che molte persone ti seguono e ammirano i tuoi lavori ti da anchelo stimolo per continuare a scrivere e comporre nuove tracce. Prima di salire sul palco mi piace stare da solo per concentrarmi, la solita ansia da prestazione… ho  paura di non ricordare  parole, paura di non arrivare con il fiato etc ma quando poi alla fine salgo sul palco mi passa tutto e cerco sempre di dare il massimo .

Ad
  • In futuro con chi dei “Grandi” vorresti fare una collaborazione? Perché?

Il mio sogno è  fare una collaborazione con Madman o Salmo , sono sempre stati al primo posto delle mie playlist.

  • Come definisci in 3 parole la musica

Emozione
Libertà
Sfogo

  • Con quale Dj sogni di collaborare? Perché?

Charlie Charles o Sick Luke … sono indeciso , entrambi sono fortissimi a mio parere. Le loro produzioni spaccano e oggi come oggi sono i migliori .

  • Cosa ne pensi del cambiamento del rap dagli anni 90 a oggi?

Come ogni cosa anche il rap si è evoluto , non la vedo come una cosa negativa anzi… Tempo fa ascoltavo Sangue misto, Neffa, I Colle etc. Ora mi piace ascoltare sia loro che le nuove generazioni.
Non sopporto chi giudica negativamente la nuova scuola riferendosi alla vecchia. Secondo me anche Danno ogni tanto si diverte e fare i balletti con Spezzacuori della Dark in sottofondo.

  • Che ne pensi del Rap americano?

Beh il Rap Americano è un po il modello del Rap, tutto ciò che sentiamo oggi è  ripreso da quello.
Inizialmente non lo amavo troppo perché non avevo pezza di tradurmi tutti i testi ahaha ma adesso che mi sono trasferito a Milano. In giro si sente solo rap americano…. Sto iniziando ad apprezzarlo di più.

Ad
  • Progetti futuri?

A breve uscirà ” X Season “, un freestyle , con la base prodotta da uno dei miei migliori amici Domenico Pipolo aka DOD. Sto lavorando più che altro a singoli, cercando di metterci dentro ad ognuno ogni emozione sensazione che ho provato nell’ultimo periodo.

  • Cosa consigli a tutti rapper che stanno iniziando ora?

Se una persona ci crede , può fare tutto ciò che vuole. Non bisogna lasciarsi influenzare dagli altri.. Sopratutto non abbattersi alle critiche. Ci vuole tempo e pazienza e sapere che si può sempre migliorare. Se io avessi ascoltato ogni critica avrei smesso alla seconda traccia, quindi fanculo e credeteci fino alla fine che poi i risultati arriveranno.

  • Si potrebbe vivere senza musica? perché?

Assolutamente no, io impazzirei. La musica è la mia compagna di vita, non vado mai in giro senza un paio di cuffiette. Solo con la musica riesco a non pensare a ciò che mi circonda, mi trasporta in un oasi di tranquillità che ogni tanto mi manca . No, credo proprio che non riuscirei a vivere senza la musica.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

YouTube privacy policy

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Leggi la Biografia di Naska


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.