Intervista fatta a Joy’nt

La nostra intervista fatta a Joy’nt

  • Descriviti 

Sono molto preciso e programmo ogni cosa. Quando stabilisco un obiettivo mi impegno per raggiungerlo al meglio. Ho lavorato 4 anni nella falegnameria di famiglia dopo il diploma, poi ho scelto di iniziare il corso di laurea in scienze motorie e sportive. Mi sono laureato nel novembre 2019 e sto continuando il corso di laurea magistrale. Ho iniziato a marzo 2020 a studiare FL studio per produrre beat e rapparci sopra. Una passione tenuta nel cassetto per troppi anni e ora voglio recuperare tutto il tempo perduto.

  • Oltre alla musica hai altre passioni? Se si, quali? 

Lo sport. Sono laureato in scienze motorie e sportive.

  • Raccontaci uno dei ricordi più belli che hai fra quelli legati alla tua carriera. 

Anche se è iniziato tutto da pochi mesi, ho già  avuto dei momenti che non dimenticherò facilmente. Il primo beat fatto con le mie dita, il primo brano registrato e provato a mixare. Infine, il primo brano in cui ho notato la differenza di qualità  dalla prima registrazione e dal primo mixaggio. Per non dimenticare i complimenti di tante persone sui social alla mia prima pubblicazione del brano.

Ad
  • Di cosa tratta principalmente il tuo album? 

Sono 12 tracce che parlano del mio passato, presente e futuro. Del paese in cui vivo, la situazione economica e lavorativa dei miei genitori, dei sacrifici e delle abitudini che abbiamo io e miei migliori amici. Sono 12 tracce di basi fatte interamente da me, generi simili e altre con generi totalmente diversi. Mi reputo molto versatile e cerco di migliorare costantemente per arrivare ad un livello molto vicino ad un professionista.

  • Cosa hanno di innovativo le tue canzoni? 

Sicuramente suoni freschi, il fatto che ogni base sia totalmente diversa dalle altre. Non è presente un vero e proprio segno di riconoscimento, cerco di andare oltre quello che è abitudinario. Sono passato da tracce più melodiche a tracce vecchio stile a tracce trap e anche reggae.

  • Per quale motivo hai deciso di intraprendere questo percorso? 

Come dico in un brano del mio album, “non lo faccio solo per i soldi, lo faccio perché questo mi appartiene”. O anche in un altro brano: “non è per moda, è per passione.. vien da dentro è tipo una vocazione!. Una passione per la musica e per il rap fin da ragazzino, dai tempi delle cassette.

Ad
  • Cosa ne pensi del mondo rap/trap italiano? 

Oggi è cambiato tanto, è più accessibile a tutti fare musica ma non vuol dire che sia facile. C’è bisogno di conoscenza e competenza non solo musicalmente parlando.

Capire come pubblicizzare il proprio prodotto, investire su figure che possano contribuire. Cambiano i tempi e cambia la musica ma le radici no. Per questo, passo più tempo ad ascoltare musica rap degli anni 90 e 2000.

Accetta i cookie di YouTube per riprodurre questo video. Accettando l’utente accederai ai contenuti di YouTube, un servizio fornito da terze parti esterne.

YouTube privacy policy

Se accetti questo avviso, la tua scelta verrà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.