Intervista a Pasq

Intervistiamo il giovane Pasq:

1. Cosa ti ha spinto iniziare a scrivere pezzi Rap?
In realtà non lo so, magari la voglia di esprimermi o di far conoscere quello che penso agli altri, comunque anche dai temini che facevo in classe da bambino vedevo che avevo la testa per fare dei bei lavori e di variare molto sugli stili di scrittura. Non sono uno di quelli che diciamo è stato salvato dalla strada con la musica, ma posso dire che mi ha aiutato ed aiuta tuttora e anche questo è un fattore che mi ha spinto a cominciare.

2. Quali erano I tuoi idoli da piccolo e quali sono tutt’ora? Perché ti ispiravano?
Beh i miei idoli da piccolo…uno dei principali per me è stato Eminem, lo so direte è banale, ma per me ha sempre avuto un concetto da diffondere e col suo stile ha fatto scrivere milioni di altri artisti. Poi pian piano ho cominciato ad ascoltare gli allora Club Dogo, ma diciamo che ho sempre preferito l’old americano. Ora devo dire che Eminem è rimasto il mio idolo indiscusso, però se ne sono aggiunti altri come XXXTENTACION o per passare agli italiani a IZI e Mostro. Mi ispirano molto i loro stili e variano in tutti i brani che scrivono.
 
3. Quali erano I tuoi idoli da piccolo e quali sono tutt’ora? Perché ti ispiravano?
Voglio esprimere me stesso e quello che ho intorno, anche nel mondo che tutti noi abbiamo e ci ritroveremo fra le mani in futuro. Raccontarmi ma non direttamente, attraverso storie e metafore avvolte difficili da comprendere per tutti. E soprattutto voglio far riavvicinare i ragazzi all’underground, perché non morirà mai e bisogna riportarlo dove merita
 
 
Ad
 
4. Si potrebbe vivere senza la musica? Perché?
NO. Secco. La musica è espressione di parola, rappresenta i decenni della storia umana, gli sbagli, la vita e ci tira su tutti i giorni. Ci fa fare le feste e ballare, stare bene con gli altri. La musica è un conforto per l’anima. 
 
5. In futuro con quale rapper ti piacerebbe collaborare? Perchè?
Beh se dovessi sceglierne uno sicuramente di italiano IZI, come detto prima lo stimo molto come artista. È completo secondo me. So che se facessimo qualcosa insieme avremmo un casino da dire e questo per me è importante. Poi c’è sempre il lato umano, nel senso prima vorrei conoscere conoscerlo come persona.
 
6. Parteciperesti mai ad un Talent? perché?
No, perché non mi serve quel tipo di pubblicità e non lo reputo un buon metodo per puntare in alto. 
 

[caldera_form id=”CF5900d3bd861f6″]

 
7. I tuoi parenti e amici, ti hanno da sempre supportato?
Si, devo dire che tutti sono stati con me da subito, anche se avevo un po’ paura dei giudizi degli altri so che è la strada giusta e niente può fermare il percorso. Però si sono molto fortunato ho delle persone d’oro intorno. 
 
8. Hai progetti futuri? Se si, quali?
Si, voglio far uscire nuovi pezzi di qualità sempre migliore che salgano di ascolti sempre di più, per far arrivare tutto a più gente possibile. 
 
9. Sei soddisfatto del tuo lavoro?
All’inizio non lo ero, infatti ho cancellato due profili YouTube perché non ero soddisfatto di me stesso, ora faccio tutto con più cura, ora come ora si. Vedrete quelli che uscirà dopo, saranno pezzoni…
 
10. Infine, definisci il tuo rap
Il mio rap è parola, che può esprimere chiunque, un rapporto di parole espressive con contenuti reali.
Il mio rap sono io. Sto per entrare nella scena.
 
https://www.youtube.com/watch?v=b4Unuvxod1s
 
Ad
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.